Sistemi di aspirazione e filtrazione per l’industria della plastica

Le industrie che si occupano della lavorazione industriale della plastica hanno l’esigenza di salvaguardare la salute degli operatore evitando che questi vengano a contatto con fumi, vapori e polveri (di diversa granulometria) generati durante le operazioni di estrusione, stampaggio, piegatura a caldo, taglio e rifilatura, nonché durante le operazioni di pulizia e manutenzione delle macchine che effettuano tali lavorazioni (come ad esempio la pulizia e lo spurgo degli iniettori delle macchine per lo stampaggio della plastica).

Captazione inquinanti durante stampaggio, estrusione, piegatura, taglio e rifilatura di materie plastiche

L’offerta di sistemi di aspirazione localizzata di inquinanti generici e specifici per il settore della lavorazione delle materie plastiche è ampia e complessa, ed è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza.

E’ possibile infatti scegliere tra:

  • bracci aspiranti con montaggio murale o su carrello scorrevole su canalina,
  • macchine filtranti mobili su ruote equipaggiate con braccio aspirante e livelli di filtrazioni ad hoc che possono essere spostate ed utilizzate su varie postazioni che non lavorano in simultanea (ad esempio per la fase di spurgo degli iniettori delle presse per lo stampaggio,
  • banchi aspiranti con sistema filtrante che funzionano come una vera postazione lavorativa per operazioni come la sbavatura e rifilatura dei prodotti plastici.

    I prodotti e i sistemi di filtrazione possono differenziarsi a seconda dell’applicazione, del tipo di lavorazione e soprattutto a seconda del tipo di plastica. La quantità di fumi prodotti e la loro composizione sono infatti parametri fondamentali per poter offrire il prodotto più adatto e che risponda esattamente alle esigenze del cliente.